Educazione e Formazione in Realtà Virtuale

La Realtà Virtuale è una realtà simulata che permette a chi utilizza dei dispositivi informatici (guanti, visori ed auricolari) di immergersi in un ambiente tridimensionale e di interagire con lo stesso. La VR proietta i suoi user in uno scenario cosi realistico da sembrare vero.

Da anni la Realtà Virtuale ha preso piede nel nostro mondo tecnologico e sempre in continua evoluzione. Proprio grazie a questo, al graduale miglioramento degli strumenti funzionali all’implementazione della Realtà Virtuale, oggi è possibile trovare innumerevoli campi di applicazione per la Realtà Virtuale stessa, dal marketing all’industria, dal gaming alla medicina.

Il focus in quest’articolo è sull’applicazione della VR nell’educazione e nella formazione, infatti molte ricerche sono state dedicate allo studio dell’uso della Realtà Virtuale nell’educazione dei bambini e nella formazione di adulti nel contesto lavorativo. La Realtà Virtuale, infatti, offre un potenziale per un’esperienza estremamente coinvolgente ed immersiva che rappresenta una reale opportunità per l’apprendimento e lo sviluppo.

Educazione

Il vantaggio principale dell’utilizzo della Realtà Virtuale nell’educazione è il massimo coinvolgimento degli studenti nel processo, che riesce ad ottenere il risultato più efficace, in quanto un’unica lezione tenuta nel mondo virtuale riesce a sostituire senza problemi una decina di lezioni ordinarie. Gli studiosi evidenziano gli indubbi vantaggi dell’apprendimento nel mondo virtuale: visibilità e sicurezza.

Grazie al massimo grado di dettaglio nella VR, è possibile mostrare chiaramente ciò che non può essere visto in condizioni normali. Ad esempio, non è di certo possibile mostrare la fissione nucleare prima di un’esplosione nucleare o il processo di risveglio di un vulcano dal vivo! Mentre grazie alla VR tutto ciò è possibile, e, inoltre, gli studenti non sono esposti a nessun tipo di rischio.

Per quanto riguarda la audience che può essere esposta a questo tipo di tecnologia nell’educazione, si possono individuare due gruppi principali. Il primo gruppo in cui può essere implementato il software educativo di realtà virtuale sono i bambini. Infatti, i bambini imparano molto meglio e sono più incentivati se a scuola sono presenti delle condizioni di studio speciali. Lezioni in formato gioco gli permettono di non annoiarsi e di imparare avendo un interesse sempre vivo. Attraverso la Realtà Virtuale i bambini possono scoprire degli elementi del mondo reale in un modo del tutto nuovo, non semplicemente guardando ad un’immagine stampata su un libro.

Gli studenti liceali o universitari sono il secondo gruppo per cui potrebbe essere vantaggiosa la VR. Nei corsi universitari è veramente importante imparare come applicare la teoria alle condizioni del mondo reale, ma il più delle volte è davvero complesso fare pratica all’interno dei laboratori universitari poiché richiedono anche del materiale spesso costoso e di grandi dimensioni. Quindi, per alcuni esperimenti nel settore farmaceutico, medico o biotecnologico la Realtà Virtuale potrebbe essere la soluzione ricercata.

Dalla scuola dell’infanzia all’università vi è un’ampia gamma di possibilità di utilizzo con grande successo.

Formazione

Lo stesso discorso appena fatto per l’educazione vale anche per la formazione dei professionisti. Ad esempio, per formare un buon chirurgo da inserire in un ospedale od in un centro medico, è molto più facile e sicuro imitare l’operazione chirurgica reale con un’applicazione in VR rispetto che praticarla realmente sui pazienti. Ecco perché le piattaforme di realtà virtuale per l’istruzione e la formazione nel settore sono una radice prospettica dello sviluppo della VR.

Appunto, per quanto riguarda la sicurezza del mondo virtuale, gli errori che costano la vita delle persone nel mondo reale sono inesistenti. Ecco perché la tecnologia VR viene utilizzata attivamente per formare specialisti in campo medico, militare e in altri settori legati al rischio, consentendo di acquisire le basi della professione e di migliorare le proprie competenze sui simulatori virtuali.

Il potenziale pubblico target per la formazione in VR può essere, quindi, suddiviso in:

  • Professionisti del settore o i candidati a un posto vacante che è collegato ad un lavoro specifico.
  • Sportivi, astronauti, soldati dell’esercito o della marina militare, i quali già da tempo stanno utilizzando la realtà virtuale nell’istruzione e nell’addestramento.

Alcuni esempi

La formazione in VR è già molto utilizzata nell’addestramento militare. Vengono imitate le reali condizioni di combattimento, oppure i militari vengono formati attraverso la pianificazione di una strategia. Questi sono i modi più ovvi per insegnare agli apprendisti le cose di base della scienza militare nella pratica. Ma non solo questo è utile. Sono inoltre implementati vari sistemi per l’addestramento e la pratica del pilota, sale in VR con la full immersion nell’area del territorio nemico e simulatori di addestramento alle abilità di combattimento.

Ma non solo il campo militare è interessato nell’utilizzo di questa innovativa tecnologia.

Anche, ad esempio, gli allenatori sportivi professionisti usufruiscono della Realtà Virtuale per ottenere i più grandi risultati dagli sportivi con l’aiuto di simulazioni di competizioni o di giochi sportivi in generale. Questa opzione aiuta l’atleta a sviluppare il pensiero strategico e anche ad allenarsi nelle condizioni più appropriate senza abbandonare il paese o una città per gli incontri sportivi.

Hai ancora sete di ispirazione high-tech?

Leggi 

Vuoi sviluppare il tuo progetto AR? Contattaci

Chiudi il menu